Progetto Demos: "Dalla necessitÓ alla Virt¨"

NULLA PIU’ COME PRIMA

di Antonio Fusaro

In questi giorni terribili, ho sentito molte persone ripetere di voler tornare alla "vita di prima", alla "normalità", alla "quotidianità di ogni giorno".

Io non voglio ritornare alla vita di prima. Assolutamente no!

La vita di prima era piena d'ingiustizia, povertà, violenza, razzismo, femminicidi, sfruttamento dell'uomo sull'uomo.

Oggi la crisi causata dal cosiddetto "coronavirus" sta mettendo tutto in discussione.

Per che cosa viviamo? Perché lavoriamo? Perché non siamo capaci di fermarci? Perché siamo insofferenti alle regole civili? Perché abbiamo perso il senso dello stare in famiglia?

Tutte domande che siamo costretti a farci di fronte alla grande paura della morte.

La perdita delle persone che amiamo, dei legami d'affetto, delle relazioni d' amore.

Non abbiamo neanche il conforto delle cerimonie religiose, che hanno un potere enorme di consolare (per chi crede), chi muore in questi giorni non ha neanche il diritto a un funerale.

Questa pandemia ci insegna che abbiamo bisogno di una sanità pubblica e gratuita ma soprattutto funzionale per garantire le cure; di una scuola capace di generare modelli educativi adatti alla complessità del nostro tempo.

Il rischio più profondo che io vedo in questa crisi è di perdere una grande opportunità di cambiamento.

Se non riusciamo a leggere questo segno come il suggerimento per un mondo nuovo, totalmente diverso da prima, allora le sofferenze patite saranno state vane.

Sono giorni durissimi, che avranno conseguenze su tutti gli aspetti della nostra vita, eppure in tutta questa desolazione, io vedo anche una promessa, una speranza che indica la via d'uscita.

Non voglio tornare alla vita di prima!

Voglio una vita nuova, per me e per tutte le genti che sono oppresse, nel dubbio, sfruttate; che non hanno famiglia; per chi vive per strada o abita nei tuguri; una vita nuova senza barriere architettoniche, che dia più dignità ad ogni essere, una società più umile, una vita rinnovata dall'AMORE.

Questa vita si chiama NORMALITA’.


  pubblicato il 25/03/2020
  Antonio Fusaro,

Richiesta informazioni

Riempi il seguente modulo per effettuare le tue richieste al nostro staff.

Riceverai una risposta nel pi¨ breve tempo possibile.