Progetto Demos: "Dalla necessitÓ alla Virt¨"

LA QUARANTENA E L'AMORE

di Antonio Fusaro

    La quarantena è chiaramente un’espressione spiacevole per chi la subisce, non solo, inevitabilmente si viene separati dai propri cari, ma si perde anche temporaneamente la propria libertà, essendo impossibilitati a uscire dalla propria casa o da una struttura ospedaliera. Poi si aggiunge l'incertezza sullo stato della malattia e anche la noia. Per questo motivo i potenziali benefici della quarantena di massa obbligatoria devono essere attentamente valutati rispetto alle possibili conseguenze psicologiche oltre alla noia e alla frustrazione.

    Allora rifletti soprattutto quando ascolti i dati che si susseguono. Non capisci quando tutto questo finirà; ti vengono le lacrime quando vedi medici e infermieri lavorare h24 con tante difficoltà, ma lo fanno per amore del prossimo, per rispetto del loro lavoro e per salvare vite umane. Poi il dolore per coloro che ci lasciano perché non ce la fanno, soli nel loro destino, senza un familiare vicino, consapevoli di lasciare la vita terrena.

    In me scatta qualcosa che non so spiegare: mi guardo intorno, senza farglielo capire e i miei occhi cercano lei. Si lei, mia moglie e il mio stato d'animo, il mio stato d'ansia cambia: ho paura. Paura di non starle abbastanza vicino in quei momenti, l'unico pensiero e dire: no, non e questo il finale scritto per noi. Ti accorgi che anche lei ha paura, ascolta, e pensa, ti guarda ma non parla, gli sguardi si incrociano ma fanno finta di non vedere...Pian piano ci veniamo incontro perché abbiamo capito di pensare la stessa cosa: se succede a noi? che ne sarà di noi?

    A quel punto viene fuori il nostro più grande sentimento: L'AMORE. Ci si abbraccia, ci si stringe, ci si accarezza. Sono tante le parole che vorremmo dire, ma la frase che gridiamo con forza, con le lacrime e un sorriso è :”SIAMO FORTI, SIAMO UNITI, IL NOSTRO AMORE CI SALVERA’ DA QUESTA QUARANTENA"! Con la speranza che questo insegni ad essere più uniti, più forti, più ITALIANI.


  pubblicato il 18/03/2020
  Antonio Fusaro,

Richiesta informazioni

Riempi il seguente modulo per effettuare le tue richieste al nostro staff.

Riceverai una risposta nel pi¨ breve tempo possibile.